Prof. Irene Malizia

Violin Lessons (from 5 years)

La musica è per tutti e così anche il saper suonare uno strumento musicale. Ognuno di noi dovrebbe avvicinarsi alla musica vivendola e rendedola parte della propria vita e il modo più bello per farlo è senza dubbio imparare a suonare uno strumento. Ascoltare una melodia che ci colpisce è bello ma cosa c'è di più gratificante dell'imparare a suonarla?

Suonare è bello, suonare è formativo, suonare è creativo ... suonare è per tutti, dai grandi ai piccini.

 

Perché scegliere il violino?

Perché è uno strumento che non smette mai di sorprenderti ... perché ogni giorno ti regalerà l'euforia di esplorarne le possibilità sonore ... perché è uno strumento sia melodico che armonico ... perché su solo quattro corde hai infinite possibilità di note e colori ... perché imparerete insieme a conoscervi ... perché con lui non ti annoierai mai ... e per mille altri motivi.

 

Nel corso di violino non imparerai solo a suonare ma imparerai anche ad ascoltare. Non suonerai solo musica già scritta ma imparerai a scriverla per te. Non dovrai saper leggere le note per suonarle, saranno loro a mostrarsi a te quando le tue orecchie le avranno imparate.

 

... questo e tanto altro ti aspetta nel mio Corso di Violino. Non perdere questa occasione, iscriviti e prova anche tu la gioia di imparare a suonare uno strumento magico come il violino.

5 Pieces for Solo Violin, of increasing Difficulty, with special Violin Technique Explanations and Preparatory Exercises

Colori e Multiforme

Composer’s preface

 

When my professor, Veronica Kröner, asked me to write solo violin pieces for her students I felt very flattered. The idea to

compose contemporary music for young people immediately appealed to me. My first question was – how can I broaden the

technical skills of the students with interesting, but at the same time fun pieces? The first step was to prepare concrete

“ingredients” for my compositions, just as a baker does for his cake.

The “cake” was to consist of individual compositions for the students, garnished with the challenge to additionally

convey contemporary playing techniques. I have attempted to write the pieces for each of the five students in such a

manner that their technical capacities are stimulated by a bit of “pepper” whilst their interpretative personality is enhanced

and encouraged.

Another ingredient was the “contemporary element” based upon musical ideas. As a violinist and violin teacher I know

from my own experience how difficult it is to find pieces with experimental violin techniques and new musical idioms

written for young people. It was delightful to create the present compositions in close exchange with Veronica Kröner. It is

enormously important to both of us that young players get the opportunity already during the early years of their studies to

enhance their technical knowledge of the instrument and to interest them in a musical language with new forms and sounds.

I wish all violinists, students and amateur musicians much curiosity and openness for new forms and sounds in exploring

my musical language. I hope they will find much pleasure in performing these pieces. Have fun!